Chiamateci per l'assistenza o per maggiori informazioni. Assistenza
Titro AAA credit rating
TITRO » Home
 

Piscine - accessori

Possiamo equipaggiare la piscina per voi!!

Abbiamo più di 22 anni di esperienza con equipaggio e manutenzione di piscine. Clicca qui per saperne di più.

Piscine in poliestere

Piscine in poliestere sono delle forme molto belle e hanno i bordi lisci e arrotondati. Il loro vantaggio più grande però è la semplicità di costruzione e manutenzione e lunga durata. Abbiamo nella nostra gamma più di 100 modelli di piscine in poliestere. Per saperne di piu' clicca qui.

Avvio del funzionamento della piscina in primavera » Come preparo la piscina per la nuova stagione balneare?

Dopo aver lasciato riposare la piscina durante la stagione invernale è necessario prepararla nuovamente per la stagione balneare. La preparazione della piscina per la stagione invernale dipende dalla preparazione che avete svolto per l'inverno (piscina coperta o scoperta etc.). Se vi siete completamente »dimenticati« della piscina, in primavera dovrete dedicarle un po' più di tempo. Prima di prepararla alla nuova stagione balneare consigliamo di rileggervi le Istruzioni per l'utilizzo della piscina ricevute al momento dell'acquisto per rinfrescarvi un po' la memoria.

AIUTO: Nel caso in cui non conosciate qualche termine utilizzato nelle descrizioni, consultate IL GLOSSARIO DEI TERMINI.
 

Qual'è il momento migliore per riattivare la piscina?

È consigliabile preparare la piscina al funzionamento il prima possibile nei primi giorni primaverili, a fine marzo oppure aprile, e non aspettate che vi sorpassino i giorni caldi che possono arrivare già a inizio maggio. Questo vale soprattutto per piscine rimaste durante l'inverno scoperte e per metà o del tutto riempite con acqua. Anche per le piscine coperte (con coperture telescopiche mobili) è molto importante renderle funzionanti il prima possibile, in quanto l'acqua sotto la copertura si riscalda molto velocemente con i raggi del sole già nei primi giorni primaverili.

È indispensabile cambiare ogni anno l'acqua della piscina?

Si consiglia di cambiare l'acqua in piscina ogni anno, non è comunque obbligatorio. Questo vale soprattutto per piscine private, utilizzate da pochi bagnanti.

Indicativamente possiamo lasciare l'acqua nella piscina per 3-4 anni senza cambiarla. Spesso questo succede nei luoghi in cui non c'è moltissima acqua e bisogna riempire la piscina con l'acqua piovana oppure farsela portare dai vigili del fuoco. Non cambiare acqua ogni anno è sicuramente un risparmio, cosa che non va sicuramente ignorata. Anche se non cambiate ogni anno l'acqua nella piscina, bisogna aggiungerne di tanto in tanto dall’acquedotto, dato che l’acqua in piscina durante la stagione estiva in parte evapora.

La condizione base per poter lasciare l'acqua della piscina per un'altra stagione è l'aver preparato correttamente la piscina per l'invernaggio e aver coperto la piscina con copertura senza fori (nelle coperture telescopiche anche con copertura scura): l'acqua è rimasta così pulita e senza alghe. Un'acqua così può rimanere in piscina ancora per una stagione.

In cosa si differenzia la procedura di riattivazione per le diverse tipologie ed equipaggiamento delle piscine?

Non ci sono grandi differenze per la riattivazione della piscina in base ai vari tipi di piscina. La preparazione è infatti quasi sempre uguale per piscine in cemento, liner, poliestere e inox. La procedura si differenzia solo per la preparazione dell'acqua per la stagione balneare che cambia se l'acqua in piscina è fresca o se è stata già utilizzato l'anno precedente.

Procedura base per riattivare la piscina:

  • scoprire la piscine e mettere da parte l'equipaggiamento invernale (copertura invernale, galleggianti di protezione etc.);
  • pulire la piscina (con piscina riempita solo aspirazione del fondo e delle pareti, pulizia profonda se la piscina è vuota) ;
  • allestire nuovamente tutti gli apparecchi nel locale tecnico (se sono stati tolti in autunno, controllate tutti gli apparecchi elettrici e meccanici e gli impianti nel locale tecnico);
  • riempire la piscina con acqua e attivare il funzionamento di tutti gli apparecchi – trattamento chimico dell'acqua.

Di che materiale abbiamo bisogno?

1)

DETERGENTI:

Detergente per la pulizia del calcare

 
  Detergente per la pulizia generale della piscina
 
  Detergente particolare per la membrana in PVC  
2) AMMORBIDIRE L'ACQUA
3)

pH REGOLATORI:

-  pH minus

-  pH plus

4)

CLORAGGIO D'URTO

Granulato in cloro per il cloraggio d'urto
per esempio: CHLOR OXY SHOCK
o CLORO GRANULARE
e simili

5)

ALGHICIDA

Potete scegliere tra alghicidi tradizionali o alghicidi non schiumogeni

6)

DISINFEZIONE:

- Pastiglie in cloro

- Sale in pastiglie, per piscine con clorinatore

- Stabilizzatore di cloro (necessario con l'utilizzo del cloro liquido o con la disinfezione col sale)

Sono possibili anche sistemi diversi che prevedono la disinfezione senza cloro, per es. quelli con ossigeno attivo, etc.

 

7)

PEZZI DI RICAMBIO VARI

In primavera, quando prepariamo la piscina per la stagione balneare, è il momento giusto per cambiare alcuni pezzi danneggiati: i cestelli dello skimmer e della pompa, coperchi e botole degli skimmer, guarnizioni varie e O-ring, etc.

L'elenco completo dei pezzi di ricambio è disponibile sul link:
Pezzi di ricambio per piscine

Rezervni deli za bazen Črpalke
8)

EVENTUALE EQUIPAGGIAMENTO AGGIUNTIVO che non avete ancora, come per es.:

  • Copertura termica per la copertura della piscina
 
  • Avvolgitore per copertura termica

Procedura per la preparazione dell'acqua in piscina

Se avete deciso di cambiare l'acqua della piscina dovrete innanzitutto svuotarla e pulire il calcare con il liquido speciale KERACLIN F. Potete pulire lo sporco organico con POTZ 000. Nelle piscine con membrana in PVC pulite la stessa con il detergente DELICLEAN. Pulite anche la sporcizia che si accumula nel telaio dei fari (togliete la lampadina dal telaio), del controcorrente e di altri elementi a incasso degli accessori aggiuntivi (cascate, massaggi etc.) , scarichi a terra, nelle piscina a sfioro anche il canale sfioratore e la vasca di compensazione etc.

Consigliamo di spruzzare abbondantemente la piscina pulita e asciutta con l'alghicida diluito ALBA SUPER. In questo modo si formerà sulle pareti della piscina uno strato sottile di protezione che aiuterà ulteriormente a prevenire la formazione delle alghe. Spruzzate molto bene soprattutto gli angoli, le aperture degli skimmer, il telaio dei fari etc.

Quando l'alghicida si è asciugato completamente potete riempire la piscina con acqua. L'acqua migliore è sicuramente quella dell'acquedotto. Nel caso in cui decidiate di riempirla con acqua piovana riempitela solo per metà, il resto riempitelo con l'acqua dell'acquedotto. Se l'acqua vi viene portata dai vigili del fuoco informatevi da dove proviene.

Una volta che la piscina è riempita d'acqua dovete innanzitutto verificarne il suo valore pH. Il valore ideale del pH dipende dalla tipologia della piscina:

  • piscine in poliestere e piscine con membrana: pH tra 7,0 e 7,4 ppm;
  • piscine in cemento e piscine con sistema di disinfezione con sale (clorinatori): pH tra7,4 e 7,6.

Nota: all'inizio cercate di regolare con precisione il pH! Questo vale anche se avete centrali automatizzate o dosatori, dato che verranno azionate solo dopo che avrete preparato l'acqua della vostra piscina.

Consigliamo inoltre di trattare l'acqua con una quantità adatta di neutralizzatore del calcare (CALZESTAB EISEN EX) con il quale eliminerete in parte il calcare, eviterete l'evaporazione del ferro e il depositarsi del calcare sulle pareti della piscina. Questo è molto importante dove l'acqua è molto dura. Si consiglia di versare in piscina la quantità indicata del liquido più volte al giorno e in mezzo non aggiungere cloro nell'acqua. All'inizio l'acqua potrà sembrare torbida, ma dopo alcuni giorni diventerà limpida e questo sarà il momento giusto per sciacquare molto bene il filtro per eliminare tutto il calcare che si è accumulato.

Dopo aver finito questa procedura utile ad ammorbidire l'acqua, eseguite il cloraggio d'urto con il granulato di cloro e altri tipi di cloro adatti alla disinfezione veloce (CHLOR-OXY-SHOCK).

Nel momento in cui il valore del cloro in piscina si stabilizza sul valore normale tra 6 e 1,0 ppm potete iniziare la disinfezione standard della piscina alla quale eravate abituati. Questa può consistere nelle pastiglie di cloro o nella disinfezione con sale (dovete aggiungere nell'acqua la quantità necessaria di sale) oppure attivare le centrali di disinfezione in base alle istruzioni sui singoli apparecchi che avete ricevuto all'acquisto.

Bagno e nuoto...

Avete quindi preparato la piscina con successo per la nuova stagione balneare. Per permettere di godere al massimo i bagni nella vostra piscina, dovrete controllare regolarmente il valore pH dell'acqua e aggiungere regolarmente i prodotti di disinfezione (cloro) e l'alghicida.

Seguite sempre le indicazioni riportate sulle confezioni dei prodotti utilizzati. Tenete in casa sempre una scorta di prodotti per il trattamento dell'acqua, dato che i problemi con l'acqua si manifestano solitamente proprio quando in negozi sono chiusi.

I prodotti base che dovete avere nella »farmacia della vostra piscina«:

  • pH minus granulare ;
  • pH plus granulare;
  • Cloro granulare;
  • Neutralizzatore del cloro (CHLORKILL);
  • Alghicida

La quantità di questi articoli dipende dalla grandezza della piscina.

Nota: Se avete qualche apparecchio automatico per la disinfezione e vi accorgete che non funziona correttamente, staccatelo direttamente voi subito e senza aspettare provvedete a riequilibrare tutti i valori dell'acqua (pH e quantità di cloro); solo dopo provvedete alla riparazione dell'apparecchio o a chiamare assistenza!

Questo sito utilizza cookie di profilazione e di terze parti anche per ottimizzare la tua esperienza online. ACCETTO